WannaTrip — это блог, в котором мы делимся своими мыслями и путешествиями

it_1267

di Roma dopo il tonfo che venerd ha accompagnato la notizia delle dimissioni a sorpresa dell’amministratore delegato, Carlo Salvatori. I titoli dell’istituto capitolino perdono in avvio di seduta il 2,6 per cento a 4,08 euro. Dopo il pareggio di ieri con il Napoli perdono il 5 per cento i titoli della Roma.

Apertura in ribasso anche per il Nuovo Mercato. L’indice del listino tecnologico cede lo 0,59 per cento a 3.397 punti. Apertura in deciso calo per Vitaminic, che venerd aveva annunciato un accordo con Peoplesound, e Poligrafica s. Faustino. I due titoli perdono rispettivamente il 3,31 per cento a 27,20 euro e il 3,74 per cento a 59 euro. Partenza sprint, invece, per ePlanet,
pelle belstaff uomini, che segna un guadagno del 6 per cento a 19 euro.

L’andamento del listino milanese in sintonia con quello delle principali piazze del vecchio continente. Se a Piazza Affari, a pochi minuti dall’esordio, il Mib30 cede circa mezzo punto percentuale, Amsterdam ha aperto la seduta con un calo dello 0,38 per cento, Francoforte dello 0,31 per cento, Parigi dello 0,14 per cento, Zurigo dello 0,1 per cento. Pesa sulel Borse europee la chisura negativa di Wall Street di venerd sull’onda dei nuovi allarmi utili. Il Nasdaq ha concluso le contrattazioni con una flessione di oltre il 2 per cento, mentre il Dow ha ceduto cirxa l’1 per cento.Borse al ribasso

DAL NOSTRO INVIATO TOKIO George W. Bush sarà un fulmine di guerra contro il terrorismo, ma come taumaturgo dell’ economia giapponese e mondiale non funziona. La sua visita a Tokio e l’ appoggio al premier Koizumi non hanno aiutato Borsa e yen. Al contrario. L’ indice Nikkei, che si era ripreso in attesa di misure contro la deflazione, è sceso del 2,44%, al minimo da 18 anni. E lo yen ha perso l’ 1% sul dollaro. Ma ieri è stata una giornata nera per tutte le piazze internazionali, trascinate al ribasso da una Wall Street dove continuano a pesare le incognite sulla contabilità delle aziende. Sono così passati inosservati i dati relativi alle nuove costruzioni Usa: in gennaio l’ indice è salito del 6,
chanel 2013 new,3%, incremento superiore alle previsioni e il più alto degli ultimi due anni. L’ indice Dow Jones ha perso l’ 1,
parajumpers pelle donne,61%. Il Nasdaq il 3,02%. E lo stesso clima di sfiducia si è visto in Europa,
pelle parajumpers upmo, con Milano in perdita (meno 1,89% il Mibtel, meno 3,61% il Numtel), Londra giù dell’ 1,20%, Francoforte del 2,
nobis uomo veste,21%, Parigi del 2,09%. In Giappone, gli investitori si erano illusi che il premier Koizumi intervenisse sul fronte economico prima della partenza di Bush. Così non è stato. E, involontariamente, è stato lo stesso presidente Usa ad aver alimentato le speranze con il discorso di commiato alla Dieta, quando ha ricordato che negli anni ‘ 70 e ‘ 80 l’ America si era trovata nella stessa situazione del Giappone. Ne uscimmo aveva detto grazie alla riduzione delle tasse e alla deregolamentazione. Perché nei momenti di ristagno l’ economia va rilanciata con riforme strutturali. Bush era poi tornato a sollecitare Koizumi a incamminarsi sulla stessa strada: Il vostro miracolo economico del Dopoguerra può ripetersi. Credo

Добавить комментарий

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *

Back to top